Contenuto principale

Messaggio di avviso

 

SERVIZIO ANAGRAFE:
 MATRIMONI
 UNIONI CIVILI
 CONVIVENZE DI FATTO

Cliccando nel "menù a tendina" di seguito riportato sono disponibili informazioni e modulistica utili per il soddisfacimento delle richieste.

Argomento in allestimento

 

CHI

  Persone dello stesso sesso;

 Maggiorenni;

  Cittadini italiani e stranieri


DOVE

In qualsiasi Comune d'Italia


COME

  Va fatta una richiesta all'Ufficio Anagrafe del Comune di Sedriano, previo appuntamento;

  Alla presenza dei due richiedenti, l’Ufficiale di Stato Civile forma un verbale in cui deve essere riportata, la data e l'ora in cui verrà resa la dichiarazione di costituzione dell'unione civile (celebrazione). La celebrazione non potrà essere fatta prima che siano trascorsi 15 giorni dalla data di redazione del verbale.

 La dichiarazione (celebrazione) di costituzione dell'unione civile viene fatta davanti all'ufficiale dello stato civile che può essere il Sindaco, il Vicesindaco o altro soggetto delegato;

  L’ufficiale di Stato Civile può indossare la fascia tricolore;

  La celebrazione avviene nella Casa Comunale in una sala aperta al pubblico alla presenza di due testimoni (essi dovranno essere comunicati anticipatamente all'Ufficiale dello Stato civile);

  Dell'avvenuta unione l'Ufficiale dello Stato civile potrà rilasciare, a chiunque ne faccia richiesta, un'attestazione, riportante i dati anagrafici e la residenza degli uniti civilmente e dei testimoni, e il regime patrimoniale scelto.

 

 
Dall'11 febbraio sarà possibile inoltrare online le richieste di cittadinanza italiana anche per le unioni civili tra persone dello stesso sesso.

La novità a seguito della pubblicazione in Gazzetta ufficiale (n.22 del 27 gennaio 2017) dei decreti legislativi n. 5, 6 e 7 del 19 gennaio 2017, che entreranno in vigore proprio l'11 febbraio 2017.
Tali decreti sono stati adottati ai sensi dell’art. 1, comma 28 della legge 20 maggio 2016, n. 76 (Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze).

Per tutti i dettagli sulle modalità di inoltro richieste : Ministero dell'Interno - Unioni civili


DIRITTI  E DOVERI


Con la costituzione dell’unione civile tra persone dello stesso sesso le parti acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri; dall’unione civile deriva l’obbligo reciproco all’assistenza morale e materiale e alla coabitazione. Entrambe le parti sono tenute, ciascuna in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale e casalingo, a contribuire ai bisogni comuni.
Le parti concordano tra loro l’indirizzo della vita familiare e fissano la residenza comune; a ciascuna delle parti spetta il potere di attuare l’indirizzo concordato.


IL COGNOME


Alle parti costituenti l’unione civile viene data la possibilità di stabilire di assumere, per la durata dell’unione civile, un cognome comune, scegliendolo tra i loro cognomi, mediante dichiarazione all’ufficiale dello stato civile.
La parte può anteporre o posporre al cognome comune il proprio cognome, se diverso, con una dichiarazione all’ufficiale dello stato civile.


REGIME PATRIMONIALE


Al momento della costituzione dell’unione civile le parti avranno la possibilità di scegliere il regime della separazione dei beni di cui all’art.162 del codice civile. In mancanza di diversa convenzione, il regime patrimoniale sarà costituito dalla comunione dei beni.


DIRITTI SUCCESSORI


In caso di decesso di una delle parti dell'unione civile, andranno corrisposte al partner sia l'indennità dovuta dal datore di lavoro (ex art. 2118 codice civile) che quella relativa al trattamento di fine rapporto (ex art. 2120 codice civile).


SCIOGLIMENTO DELL'UNIONE CIVILE

L’unione civile si scioglie:
per morte di una delle parti; con procedimento giudiziario (legge 1.12.1970 n. 898)
mediante negoziazione assistita  
per accordo innanzi all’ufficiale di stato civile, senza necessità di periodo di separazione;  
per rettificazione di sesso  

 CAUSE IMPEDITIVE

Non è possibile costituire unioni civili quando:

sussista per una delle parti, un vincolo matrimoniale o un vincolo di unione civile tra persone dello stesso sesso;

sussista per una delle parti, un vincolo matrimoniale o un vincolo di unione civile tra persone dello stesso sesso;

sussistano tra le parti rapporti di cui all’articolo 87, primo comma, del codice civile (parentela, affinità, adozione)

sia intervenuta la condanna definitiva di un contraente per omicidio consumato o tentato nei confronti di chi sia coniugato o unito civilmente con l’altra parte.

 

 

Qualora gli interessati, o anche uno solo di essi, non comparissero senza giustificato motivo nel giorno e nell'ora fissati per la dichiarazione, tutto il procedimento verrà annullato e non potrà procedersi con la dichiarazione se non iniziando un nuovo procedimento.

 

CHI

Le coppie eterosessuali e omosessuali formate da persone:

  MAGGIORENNI
  CONVIVENTI
  CON LEGAMI AFFETTIVI DI COPPIA
  SENZA VINCOLI DI PARENTELA , AFFINITA’ , ADOZIONE, MATRIMONIO O UNIONE CIVILE

QUANDO

 

La convivenza di fatto si forma con una dichiarazione all’ufficiale d’anagrafe del Comune di residenza e deve essere resa da ciascun dei due componenti la coppia.

 

Può essere presentata :

 

  Quando viene richiesta l’ iscrizione anagrafica;
  Quando si cambia abitazione o nucleo familiare all’interno del Comune di Sedriano;
  In qualsiasi altro momento ci sia la volontà di costituirla, purchè ci siamo i presupposti per farlo.

DIRITTI

 

I conviventi di fatto hanno gli stessi diritti spettanti al coniuge in caso di malattia o ricovero, assistenza ed accesso alle informazioni personali;

Ciascun convivente di fatto può designare l’altro quale suo rappresentate con poteri pieni o limitati: in caso di malattia che comporta incapacità di intendere e volere per le decisioni in materia di salute ed in caso di morte, per quanto riguarda la donazione degli organi, le modalità di trattamento del corpo (cremazione) e celebrazioni funerarie.


IL CONTRATTO DI CONVIVENZA

 

I conviventi di fatto possono disciplinare i rapporti patrimonali con la sottoscrizione di un contratto di convivenza con atto pubblico o scrittura privata con sottoscrizione autenticata da un notaio , copia dell’accordo sarà trasmesso all’ufficio anagrafe entro 10 giorni dalla sottoscrizione.

 

La cessazione della coabitazione/convivenza determina la conclusione della convivenza di fatto

 

 
 

Per tornare alla pagina generale del SERVIZIO ANAGRAFE clicca: Torna a Servizio Anagrafe