Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici. Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa

AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO ALL’INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI INTERESSATI ALLA ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI CENTRI ESTIVI PER BAMBINE/I DI ETA’ SUPERIORE AI 3 ANNI, CON CONTRATTO PER CESSIONE IN COMODATO D’USO DI SPAZI SCOLASTICI

Dettagli della notizia

in esecuzione della delibera di Giunta n. 37 del 17 aprile 2023 l’Amministrazione Comunale intenderebbe proporre alle famiglie un panorama di proposte durante la chiusura delle scuole nel periodo 12 giugno 2023 – 8 settembre 2023 il più ampio possibile.

Data:

28 Aprile 2023

Tempo di lettura:

Descrizione

Premessa:
in esecuzione della delibera di Giunta n. 37 del 17 aprile 2023 l’Amministrazione Comunale intenderebbe proporre alle famiglie un panorama di proposte durante la chiusura delle scuole nel periodo 12 giugno 2023 – 8 settembre 2023 il più ampio possibile. Nello specifico, in una logica di complementarietà, si ritiene opportuno comporre un’offerta ricreativa ed educativa sinergica tra le realtà locali afferenti al mondo dell’associazionismo e l’Amministrazione Comunale.
In questo quadro, tenuto conto della disponibilità dei plessi scolastici del territorio, per l’estate 2023 si intende procedere alla realizzazione dei centri ricreativi nelle seguenti sedi scolastiche:
● Plesso scolastico “Fagnani” via Matteotti n. 8
● Plesso scolastico “Rodari” via Mazzini n.
● Plesso scolastico “Pirandello” via Rogerio da Sedriano
● Plesso scolastico “Villani” via Del Verrocchio n. 5
Pertanto
SI COMUNICA CHE
Il Comune di Sedriano intende promuovere e raccogliere proposte di attività estive rivolte ai bambini e ragazzi della fascia di età 3–14 anni prioritariamente residenti.
Mediante pubblico Avviso l’Amministrazione Comunale individuerà i soggetti con i quali condividere il programma delle attività.
Si precisa che tale procedura non si configura come appalto di servizi soggetto all’applicazione del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. bensì quale semplice procedura ad evidenza pubblica per l’assegnazione in uso gratuito di locali di proprietà dell’Amministrazione Comunale.

ART. 1 SOGGETTI DESTINATARI DELL’AVVISO
Il presente Avviso si rivolge a:
-Enti del terzo settore (D.lgs. 117/2017 e ss. modifiche ed integrazioni) ed in particolare:
le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, gli enti filantropici, le imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni, riconosciute o non riconosciute, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi, ed iscritti nel registro unico nazionale del Terzo settore;
- Cooperative sociali;
- polisportive, associazioni sportive dilettantistiche e simili;
-altri soggetti che perseguano finalità educative, ricreative e/o sportive, socio-culturali a favore di minori attraverso l’organizzazione di attività estive.

ART. 2 REQUISITI DEI PARTECIPANTI
Per la partecipazione al presente avviso sono richiesti i seguenti requisiti:
1) a seconda della tipologia del soggetto:
a) (per gli Enti terzo settore), iscrizione al Registro Unico nazionale del terzo settore (RUNTS) previsto dal D. Lgs. 117/2017 (artt. 45 e ss.) ed istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali; ai sensi dell'art. 101 commi 2 e 3 della citata norma, fino all'operatività del Registro Unico, continuano ad applicarsi le norme previgenti ai fini e per gli effetti derivanti dall'iscrizione degli enti nei Registri Onlus, Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di promozione sociale, e pertanto, nelle more, il requisito dell'iscrizione si intende soddisfatto attraverso la loro iscrizione ad uno dei registri attualmente previsti dalle normative di settore;
b) iscrizione al Registro delle Imprese o all'albo delle imprese artigiane presso la Camera del Commercio, Industria Artigianato, Agricoltura (C.C.I.A.A.);
c) se Cooperative, oltre all’iscrizione alla CCIAA di cui al punto b), iscrizione all’apposito Albo ai sensi del DM 23/06/2004;
2) possesso di esperienza di almeno n. 2 anni nel settore di attività oggetto della presente manifestazione d’interesse (acquisita negli ultimi 5 anni), da attestare mediante autocertificazione in cui siano indicati i principali servizi prestati, corredati da date e località;
3) perseguire finalità di tipo educativo, socio culturale, ricreativo e/o sportivo a favore di minori.

ART. 3 MODALITA’ DI FINANZIAMENTO DEL SERVIZIO
Il servizio del Centro Estivo dovrà essere organizzato direttamente dal soggetto privato, con costi e oneri a suo carico. Ciascun organizzatore dovrà provvedere alla raccolta delle iscrizioni da parte degli utenti, alla riscossione delle rette di frequenza e ad ogni altro adempimento previsto dal presente avviso e dalla normativa di riferimento.
Considerato che la concessione d’uso degli spazi si configura come un sostegno economico indiretto e consente altresì agli organizzatori di contenere i costi di gestione del servizio di centro estivo, le tariffe settimanali poste a carico dell’utenza dovranno mantenersi entro i seguenti limiti:
- €. 50,00 per l’intera giornata 8:30/16:30 (escluso servizio pasto);
- €. 6,00 per il costo del singolo pasto.
Eventuali estensioni di orario garantite al di fuori della fascia 8:30/16:30 NON potranno comportare un costo complessivo, aggiuntivo alle tariffe di cui sopra, superiore alle €. 10,00 settimanali per il servizio di pre centro (7:30/8:30), superiore alle €. 20,00 settimanali per il servizio post (16:30/18:30) e superiore alle €. 25,00 settimanali per il servizio pre + post centro.
Ulteriori richieste di contribuzione per attività extra durante l’orario di apertura del centro estivo (es. gite, uscite extra territorio comunale) potranno essere previste; in tal caso il gestore dovrà in ogni caso garantire, ai non aderenti, un’attività integrativa compresa nella quota, al fine di consentire la libera scelta della famiglia nella frequenza del centro estivo.
Il servizio di centro estivo dovrà essere avviato con un numero medio di iscritti non inferiore a 10 bambini per settimana, salvo diversa proposta migliorativa offerta dal gestore incaricato.

ART. 4 ONERI A CARICO DEL GESTORE
I soggetti che presentano richiesta per l’assegnazione degli spazi si impegnano a:
➢ organizzare il servizio/attività nel rispetto di tutte le norme previste per i Centri Estivi 3-14 anni o per la specifica tipologia di attività estiva che intende programmare, comprese quelle derivanti dal rispetto delle norme anti contagio;
➢ assumere a proprio carico gli oneri del personale e dei materiali e attrezzature necessari per le attività;
➢ provvedere alle pulizie e alle igienizzazioni quotidiane e alla pulizia straordinaria e di sanificazione degli spazi assegnati a fine attività;
➢ garantire la custodia degli spazi e che l’uso dei locali assegnati avvenga nel massimo rispetto dei luoghi e delle attrezzature e arredi presenti, assumendo a proprio carico eventuali costi per la sostituzione, la riparazione, il reintegro delle attrezzature e materiali danneggiati;
➢ essere in possesso di adeguata polizza assicurativa RCT/RCO per la copertura della responsabilità civile verso terzi e verso prestatori di lavoro derivante dallo svolgimento delle attività, e di idonea copertura assicurativa per gli infortuni agli utenti;
➢ assolvere gli obblighi in materia di sicurezza ai sensi del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. in relazione alle attività organizzative e nei confronti degli utenti;
➢ garantire un rapporto numerico operatori/bambini di1:15 per minori in età da scuola dell’infanzia e di 1:20 per minori in età da scuola primaria;
➢ provvedere alla raccolta delle iscrizioni e alla riscossione delle rette di frequenza da parte degli utenti;
➢ garantire la presenza di un coordinatore del servizio con competenze in ambito educativo che abbia già svolto tale ruolo per almeno due anni.
➢ rispettare l'obbligo di presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) ed i relativi adempimenti ivi richiamati prima dell’avvio del servizio;
➢ accogliere minori in situazioni legate a bisogni specifici (diversamente abili, con disagio sociale e/o economico) in accordo con il servizio sociale comunale;
➢ fornire e distribuire pasti, laddove previsto, nel rispetto delle vigenti normative in materia di somministrazione di alimenti e bevande, ivi compresa la notifica ai fini della registrazione ai sensi art. 6 CE 852/2004;
➢ esonerare l’Amministrazione Comunale da qualsiasi responsabilità per danni cagionati a persone o a cose durante lo svolgimento del centro estivo;
➢ assumere l’obbligo della vigilanza sui bambini con tutte le responsabilità connesse durante il periodo in cui gli stessi sono loro affidati;
➢ garantire che tutto il personale che opera nelle attività ludico ricreative estive non abbia riportato condanne/non abbia patteggiato con riferimento alla Legge 38/2006 e inoltre non abbia riportato condanne per i reati di cui agli artt. 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quinquies e 609-undecies del codice penale.
Qualora il Comune lo richieda, dovrà dimostrare di aver adempiuto alle disposizioni richiamate nel presente articolo ed in generale a quelle previste dalla legge, restando inteso che la mancata richiesta da parte del Comune non lo esonera in alcun modo dalle sue responsabilità.
Il partecipante solleva l’Amministrazione Comunale da ogni responsabilità verso terzi per fatti, atti od omissioni derivanti dall’iniziativa suddetta per quanto non rientrante nella parte di stretta competenza della presente concessione temporanea degli spazi: per cui si fanno obbligo di tutti gli eventuali ulteriori procedimenti opportuni, previsti per legge o per garanzia dei diritti di terzi.
In riferimento ai dati personali dei bambini, raccolti ai fini dell'iscrizione al servizio ed autorizzati dagli adulti che ne hanno titolo, è dovere da parte del gestore del Centro Estivo di garantirne la massima protezione, in conformità al Regolamento UE n. 679/2016, con particolare attenzione e riguardo in caso di dati sensibili.

ART. 5 PROGETTO EDUCATIVO
I partecipanti dovranno presentare un progetto educativo che:
• indichi l’accettazione integrale e senza condizioni di quanto stabilito nel presente avviso;
• metta in evidenza, con particolare riferimento alle finalità educative, i seguenti contenuti richiesti:
a) presentazione del gestore - esperienza nella gestione di centri estivi/attività estive;
b) struttura del gestore - esperienza del personale impiegato;
c) denominazione del Centro Estivo proposto;
d) durata;
e) orari;
f) fascia d’età prevista, ponendo attenzione alla coerenza del progetto presentato rispetto alla fascia d’età alla quale si intende rivolgersi;
g) giornata tipo;
h) iniziative straordinarie.
Garantire un rapporto numerico operatori/bambini di 1:15 per minori in età da scuola dell’infanzia e di 1:20 per minori in età da scuola primaria;

ART. 6 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le candidature dovranno essere presentate tramite pec comune.sedriano@postemailcertificata.it indicando nell'oggetto: ”ATTIVITA’ EDUCATIVE E RICREATIVE ESTIVE RIVOLTE A BAMBINI E RAGAZZI 3-14 ANNI – ESTATE 2023”.
Le candidature dovranno pervenire necessariamente entro e non oltre le ore 12:00 del 12 maggio 2023.
La documentazione è disponibile sul sito www.comune.sedriano.mi.it e comprende il presente Avviso pubblico e i relativi allegati:
- Allegato 1 – ATTIVITA’ EDUCATIVE E RICREATIVE ESTIVE RIVOLTE A BAMBINI E RAGAZZI 3 -14 ANNI – ESTATE 2023 – PROPOSTA;
- Allegato 2 – SCHEDA RIEPILOGATIVA DEI COSTI SETTIMANALI E DI EVENTUALI SCONTI.
Nel caso di raggruppamento temporaneo di più soggetti la modulistica presentata deve essere sottoscritta:
- dal legale rappresentante della capogruppo, se si tratta di raggruppamento già costituito da ciascun soggetto partecipante al raggruppamento, se non ancora costituito.
Deve, inoltre, essere presentata un’ipotesi operativa in cui siano chiarite le modalità di collaborazione e di integrazione tra i diversi soggetti associati in calce alla proposta progettuale.

ART. 7 VALUTAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI
In caso di esubero di manifestazioni di interesse rispetto alle strutture a disposizione, si procederà all’assegnazione degli spazi previa formazione di una graduatoria redatta in base ai seguenti criteri di priorità:
- Maggiore durata del servizio di centro estivo proposta in termini di apertura giornaliera e di numero di settimane complessive del servizio proposto;
- Minore entità delle tariffe settimanali richieste alle famiglie, comprensive del costo pasto e servizi aggiuntivi.
In caso di parità di condizione rispetto ai criteri precedenti si procederà a sorteggio.

ART. 8 ASSEGNAZIONE DELLE SEDI
Terminata la valutazione della documentazione presentata secondo quanto sopra descritto si procederà con determinazione dirigenziale all’assegnazione delle sedi e alla comunicazione dell’esito ai soggetti partecipanti.
L’assegnazione dei locali sarà regolata da apposita scrittura privata da sottoscrivere tra le parti.
Prima dell’avvio dei centri estivi sarà sottoscritto congiuntamente tra le parti un verbale di consegna dei locali e successivamente di restituzione degli stessi nelle medesime condizioni consistenti prima dell’uso. Eventuali danni agli immobili, compresi le aree verdi, gli arredi e le attrezzature/giochi saranno a carico dei soggetti gestori.
Eventuali sostituzioni, accorpamenti o integrazioni di sedi potranno essere successivamente proposte dall’Amministrazione Comunale in relazione alla capienza delle sedi a disposizione e al numero di iscrizioni, al fine di garantire la migliore organizzazione, qualità e sicurezza delle attività.
Il Comune di Sedriano si riserva altresì la facoltà di revocare la procedura ovvero di sospendere o non procedere all'assegnazione, in ragione di esigenze attualmente non valutabili né prevedibili.

ART. 9 IMPEGNI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE
L’Amministrazione Comunale si impegna a:
- collaborare con i soggetti individuati per la realizzazione delle attività estive;
- provvedere alla supervisione del servizio realizzando sopralluoghi ove necessario e acquisendo la documentazione prodotta, ai fini delle normali attività di monitoraggio e verifica.

ART. 10 TRATTAMENTO DEI DATI DELLA PROCEDURA
I dati forniti ai sensi del RE 679/2016 e D.Lgsl 101/2018 saranno trattati dal Comune di Sedriano per finalità unicamente connesse alla procedura e alla eventuale gestione della convenzione.

ART. 11 COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE
Qualsiasi controversia o criticità tra le parti in ordine all’interpretazione e all’esecuzione della presente procedura e delle successive convenzioni sarà risolta dalle parti in via bonaria.
In caso di mancato accordo, qualsiasi controversia sarà devoluta all’esclusiva competenza del foro di Milano.

ART. 12 ULTERIORI INFORMAZIONI
Informazioni e chiarimenti inerenti il presente Avviso pubblico potranno essere richieste fino al termine di presentazione delle proposte all’ufficio pubblica istruzione a mezzo mail all’indirizzo istruzione@comune.sedriano.mi.it

Documenti

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ultimo aggiornamento: 28/04/2023, 08:11

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Rating:

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Icona